notizie




14.05.2018 | Autore: FISCO OGGI
Rottamazione: istruzioni per l’uso
Equitalia



Ancora pochi giorni per aderire: l’istanza può essere presentata fino a martedì 15 maggio. Un tutorial pubblicato su YouTube indica, ai cittadini interessati, il percorso da seguire
Rottamazione: istruzioni per l’uso|in treno, alle Poste, su tv e radio
La campagna informativa sulla definizione agevolata di Agenzia delle entrate-Riscossione prosegue fino al 15 maggio. Grazie all’accordo sottoscritto con Trenitalia Spa e Poste italiane Spa, un video informativo di 55 secondi già dai primi di maggio è proiettato sui monitor dei treni e negli uffici postali.
L’iniziativa arriva dopo gli spot istituzionali realizzati per la Rai, in collaborazione con il Mef e con la Presidenza del Consiglio dei ministri, in onda dal 17 aprile sulle emittenti radiofoniche e dal 10 maggio anche sui canali televisivi.

Il video tutorial, che ricorda la tipologia dei debiti che possono rientrare nel perimetro della definizione agevolata, il termine di scadenza e le modalità di adesione, grazie alla collaborazione con Trenitalia e Poste italiane permetterà di raggiungere i viaggiatori che utilizzeranno ogni giorno gli oltre 230 treni Frecciarossa e Frecciargento e i cittadini che entreranno in 2.900 uffici postali.
Grazie alla disponibilità dei due enti il video-informativo sarà diffuso gratuitamente sugli schermi presenti all’interno dei treni negli uffici postali e raggiungendo un numero consistente di contribuenti permetterà una diffusione ampia delle informazioni sulla procedura.

Gli spot Rai e i video tutorial per Trenitalia e Poste si inseriscono a pieno titolo nella campagna divulgativa che Agenzia delle entrate-Riscossione ha realizzato in collaborazione con le istituzioni e gli enti per la definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle che scade martedì 15 maggio.
La procedura agevolativa, prevista dal decreto legge n. 148/2017, interessa i carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017 con esclusione di quelli rientrati nell’articolo 6, comma 10, del Dl n. 193/2016, come ad esempio le somme dovute a titolo di recupero di aiuti di Stato oppure i crediti derivanti da pronunce di condanna della Corte dei conti.

Con l’adesione alla definizione agevolata i contribuenti potranno pagare, per i carichi interessati, solo l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora, mentre per le multe stradali, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.
Per conoscere quali sono le cartelle “rottamabili”, dal sito di agenziaentrateriscossione.gov.it si deve entrare nella pagina dedicata alla Definizione agevolata 2000/17 e richiedere il prospetto informativo.
Il prospetto informativo è un documento che contiene l’elenco di cartelle e avvisi dei carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017, per i quali è possibile chiedere la definizione agevolata. Nella lista è riportato il numero identificativo dei documenti, l’ente creditore, il dettaglio delle somme richieste e il totale da pagare. Nel prospetto, in un elenco separato, sono riportati i documenti che non rientrano nella “rottamazione” ovvero i carichi non definibili, come ad esempio quelli per i quali è stata già concessa la definizione agevolata prevista dal Dl n. 193/2016 e scaduta il 21 aprile 2017 oppure quelli che la stessa legge esclude, quali, sempre a titolo esemplificativo, le somme dovute a titolo di recupero di aiuti di Stato o i crediti derivanti da pronunce di condanna della Corte dei conti.

I contribuenti, per aderire alla “Definizione Agevolata 2000/17” devono utilizzare il Modello DA 2000/17 disponibile nella sezione “Modulistica” del sito dell’ Agenzia delle entrate-Riscossione.
La domanda di adesione può essere compilata e trasmessa online dalla pagina “Fai Da-te” o dall’area riservata, oppure inviata, insieme alla copia di un documento di identità, dalla propria posta elettronica certificata all’indirizzo Pec della Direzione regionale di appartenenza reperibile nell’elenco riportato nell’ultima pagina del modello e anche sul sito.
Ultima modalità prevista per l’invio dell’istanza di adesione è la consegna a uno degli sportelli dell’Agenzia, che a Roma, Milano, Napoli e Torino sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,15 fino alle 16,15, mentre le altre 113 sedi rimangono aperte fino alle 14,15.

Per maggiori informazioni, nella pagina dedicata alla procedura è disponibile la Guida al form per aderire alla definizione agevolata, la Guida alla compilazione del Modello DA 2000/17, la documentazione accessoria e quella normativa ed è possibile ascoltare lo spot radiofonico e guardare il video sulla definizione agevolata 2000/17, pubblicato sul canale YouTube di Agenzia delle entrate-Riscossione.
Patrizia Ballicu