La paga del medico “non autonomo” è reddito d’impresa, non si comunica

Il sistema di riscossione accentrata e di trasmissione dei compensi riguarda esclusivamente le attività svolte presso strutture sanitarie private da professionisti indipendenti - I compensi riscossi dalla struttura sanitaria privata, relativi alle prestazioni di medici che operano attraverso una società tra professionisti (Stp), non rientrano tra quelli che la stessa struttura è tenuta a trasmettere annualmente al Fisco. Questi, infatti, costituiscono reddito d’impresa e non di lavoro autonomo. ...

Leggi Tutto

Dichiarazione in qualità di erede anche attraverso il modello 730

Può avvalersene, da quest’anno per la prima volta, chi effettua l’adempimento per una persona deceduta, purché questa abbia posseduto specifiche tipologie di redditi - La campagna dichiarativa per i redditi 2019 è entrata nel vivo. Dal 5 maggio, infatti, l’Agenzia delle entrate ha reso disponibile online la dichiarazione dei redditi precompilata, consentendo la consultazione di tutte le informazioni inserite dall’amministrazione finanziaria (vedi articoli “Precompilata 2020, dal 5 maggio sipario aperto per la consultazione” e “Dichiarazione precompilata 2020 sfiorato il miliardo di dati inseriti”). Da giovedì 14, poi, si potrà accettare, modificare e inviare il 730/2020, con termine di scadenza fissato al 30 settembre, mentre il modello Redditi Pf potrà essere trasmesso dal 19 maggio al 30 novembre. ...

Leggi Tutto

Per gli sconti fiscali vs Covid-19, garanti i c/c della Protezione civile

Una precisazione utile ad assicurare la fruizione delle agevolazioni previste per i contribuenti che finanziano gli interventi finalizzati al contenimento e alla gestione del contagio - Con la risoluzione n. 21/E del 28 aprile 2020, l’Agenzia delle entrate precisa che la semplice ricevuta di versamento, dalla quale si evince che le erogazioni liberali in denaro sono state indirizzate a uno dei conti correnti dedicati aperti dalla Protezione civile per raccogliere esclusivamente le donazioni di somme finalizzate a far fronte all’emergenza epidemiologica Covid-19 (articolo 99, Dl n. 18/2020, “Cura Italia”), è sufficiente a garantire al donatore la fruizione della detrazione o della deduzione, previste dall’articolo 66 del decreto Cura Italia (vedi articolo “Misure fiscali del “Cura Italia” – 3 Incentivi per erogazioni liberali”). Una precisazione scaturita da un’espressa richiesta del dipartimento della Protezione civile della presidenza del Consiglio dei ministri che, in considerazione della grave situazione del Paese e dei tempi ristretti per issare barriere alla ...

Leggi Tutto

Precompilata 2020, dal 5 maggio sipario aperto per la consultazione

Molteplici le chiavi di accesso: Spid, credenziali Fisconline o Inps e Carta nazionale dei servizi. Dal 14 maggio al via la presentazione online del 730, dal 19 maggio parte anche Redditi - La dichiarazione dei redditi con i dati precaricati dall’Agenzia quest’anno entra in scena con qualche giorno di ritardo rispetto alle consuete previsioni normative, che la vogliono in visione ai contribuenti, telematicamente, entro il 15 aprile dell’anno successivo al periodo d’imposta interessato (articolo 1, comma 1 del Dlgs n. 175/2014). Lo slittamento al 5 maggio (dal 2021 la precompilata sarà resa disponibile dal 30 aprile) è dovuto agli interventi emergenziali adottati e alle proroghe disposte a causa della pandemia Covid-19, che hanno comportato tempi più lunghi anche per la predisposizione della precompilata (articolo 1, comma 4, Dl n. 9/2020). ...

Leggi Tutto

Parte la Fase 2

LE ATTIVITA' CHE SI AGGIUNGONO A QUELLE DEL DPCM 10/04/20 E CHE POSSONO APRIRE IL 04 MAGGIO 2020 - LE ATTIVITA' CHE SI AGGIUNGONO A QUELLE DEL DPCM 10/04/20 E CHE POSSONO APRIRE IL 04 MAGGIO 2020 FASE 2 - COVID 19 - RIAPERTURA ...

Leggi Tutto

Applicazione del "forfetario": nella soglia solo redditi ordinari

Può continuare ad accedere al regime di favore il pensionato che nel 2018 ha percepito dall'Inps un arretrato straordinario superando il limite dei 30mila euro - Il titolare di una ditta che accede al regime forfetario e che nel 2019 ha ricevuto, oltre al reddito da pensione inferiore a 30mila euro, un arretrato Inps, in via straordinaria, per l'anno 2018 che gli ha fatto superare tale soglia, nel 2020 può continuare ad applicare il regime di favore in quanto i redditi straordinari e ordinari non si sommano. La causa ostativa all'applicazione di tale regime, infatti, secondo la quale non può avvalersi di tale tassazione il contribuente che nell'anno precedente ha percepito redditi di lavoro dipendente e assimilati eccedenti la soglia dei 30mila euro (articolo 1, comma 57, lettera d-ter), legge n. 190/2014) vale soltanto per gli emolumenti ordinari. ...

Leggi Tutto

Con marca da bollo, le fatture del professionista alla Asd

Imposta di 2 euro sui documenti fiscali rilasciati obbligatoriamente dal cedente o dal prestatore di servizi all’ente, il tributo non è dovuto se la somma corrisposta non supera i 77,47 euro - È quanto precisa l’Agenzia delle con la risposta n. 67/E del 20 febbraio 2020. Il chiarimento va in direzione opposta rispetto all’interpretazione “estensiva” proposta dall’istante riguardo alla norma agevolativa che esenta dall’imposta di bollo (articolo 27-bis della Tabella, allegato B, al Dpr n. 642/1972) le onlus e le organizzazioni sportive senza fini di lucro. ...

Leggi Tutto

“Liquidità imprese”: l’Agenzia illustra le nuove misure previste per il fisco

Tra gli interventi del decreto, tempi più lunghi per i versamenti delle imposte, diverse tempistiche ed estensione del credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro - Pubblicato sul sito istituzionale dell’Agenzia delle entrate il vademecum che illustra, in modo esemplificativo, le disposizioni contenute nel decreto legge n. 23 dell’8 aprile 2020, “Liquidità imprese”, che, ieri in Gazzetta Ufficiale con la serie generale n. 94, seconda edizione della giornata, ha previsto, al fine di contrastare gli effetti negativi della situazione emergenziale Covid-19, nuove misure urgenti per l’accesso al credito. Nel testo normativo troviamo le agevolazioni per garantire la continuità delle imprese svantaggiate dall’emergenza epidemiologica, tra le quali, le revisioni temporanee sui principi di redazione del bilancio, l’estensione delle coperture relative agli ammortizzatori sociali e il rinvio della riforma del codice sulla crisi d’impresa. Le misure fiscali e contabili sono raccolte, quasi interamente, nel Capo IV: vediamole nel dettaglio. ...

Leggi Tutto

Accesso all'Area Riservata